Sono corsa letteralmente e poco ci mancava che inciampassi ! Sono entrata nella stanza sicura di me stessa. Non avevo dubbi, ne ero certa questa volta. Anche questa volta ! bisbigliava ironicamente una vocina interiore che repressi in un istante. Quel senso di urgenza che mi aveva spinto fin lì , crollò drasticamente. Come se si fosse accesa la lampada di Aladino , in un istante realizzai. Realizzai che era finita e un senso di scoramento mi riempì fino a farmi quasi piangere.
Ma erano inutili lacrime quelle. Non sarebbe servito a nulla disperarsi. Era arrivata l’ora di prendere coscienza che non potevo assolutamente più lasciare che accadessero e si ripetessero simili situazioni. Troppe volte mi ero trovata in difficoltà e ciò non mi era affatto piaciuto. Sbagliare è lecito ma perseverare è diabolico. Mi balzò in mente questo detto e mi rispecchiai in esso.
Ma ora mi sarei messa d’impegno ed ero sicura di potercela fare.
Credevo in me stessa.
Non mi sare più trovata
senza
carta igienica.

Annunci