1907616_744482925584099_386189263_n

Nella neve solitario il lupo fiuta l’aria, che gli riporta i ricordi della sua fanciullezza, fiuta gli odori delle case lontane, fiuta i compagni lontani, che lo stanno cercando, ascolta le voci che come un’eco tornano indietro, è tranquillo e sicuro di se, sente d’esser il padrone di quella valle, solitario e potente, lo aveva detto sua madre, e lui non le aveva creduto, ma adesso finalmente capiva tutto quello che vedeva, cominciò a correre, si sentiva felice, e con lui vedeva correre i suoi antenati, fendeva il vento con la forza dei suoi muscoli possenti, sentiva il morso del gelo ma non se ne curava, mentre la neve si sbriciolava sotto le sue zampe, come cristalli brillava sotto la fioca luce della luna, il suo profumo lo avvolgeva, sentiva esplodere la natura dentro di se, e la gioia di correre verso i suoi compagni, li vedeva laggiù lo attendevano sicuri, la sua prorompente vitalità, dava loro un senso di sicurezza, era il loro capo, indiscusso, e l’avrebbero seguito ovunque sarebbe andato.

Annunci