Maschere frizzanti,

come stelle filanti,

ridono beffarde,

e cantano gagliarde,

dimentiche del mondo

nel suo eterno girotondo

di destini incrociati

e pazze follie, di beati

sognatori d’amore,

che in tutte le ore,

su nuvole d’oro,

si lascian cullare,

e senza maschera andare,

stelle filanti come canti

di perle cangianti,

e coriandoli di questo

carnevale, che la vita

come una trottola

fa girare, come le vite

in questo mondo,

appaiono infinite.

immagine dal web

images

Annunci